Anello della Val Zemola (Erto-Pn)

Il 26 agosto il presidente e il vice presidente del Caiac sono partiti alla volta della Val Zemola valle ampiamente raccontata e descritta dallo scrittore Corona.
Il nostro obbiettivo era il rifugio Maniago con deviazione alla casera Galvana. Il percorso ad anello  è stato all'ombra  con ampi squarci sullo splendido panorama selvaggio della Valle. All'andata non abbiamo incontrato anima viva, e per fortuna neanche morta visti i tempi.

Le possibilità di riforniri d'acqua sono molteplici e nei lunghi e profondi canaloni scende sempre un'aria gelida. E nonostante l'esposizione al sole molti consarvano ancora molta neve in parte resti di piccole slavine.

Il rifugio Maniago è proprio posto  alla chiusura della valle, in un punto  panoramico ai piedi del maestoso Duranno. Dal rifugio si domina tutta la valle. Peccato che la bellezza del luogo sia profondamente in contrasto con l'ospitalità di chi gestisce e frequenda quel luogo.

Sarà forse stato un caso, ma mai in trent'anni di montagna mi è capitato di entrare e uscire da un rifugio, e non venir ricambiato del saluto. Al mio "buon giorno" non sono stato nemmeno degnato di uno sguardo....

Per fortuna nei Bar di Erto riempiti di turisti dalla presenza dello "scultore"  al nostro buon giorno è corrisposto un buon giorno con sorriso.
Camminata stupenda, Valle da esplorare anche su altri versanti, le stagioni consigliate sono giugno e io dico l'autunno, i colori dovrebbero essere fantastici. Foto