Cansiglio: P.so Crosetta Casera Ceresera

Al Pso Crosetta (1118) si giunge dalla strada che da Vittorio Veneto porta in Pian Cansiglio.
Si può parcheggiare la macchina proprio sull'ampio piazzale al Passo Crosetta.
Oltrepassata la strada, dietro la dismessa casa della Forestale, parte il sentiero 991. Il sentiero si inerpica subito velocemente per un breve tratto, per poi continuare con dolci sali scendi e giri panoramici in mezzo al bosco.
Per molti tratti il 991 segue il confine tra Friuli e Veneto, si possono incontrare spesso i ceppi che delimitano le due regioni. La stagione migliore per effettuare questa attraversata è l'autunno, i colori sono veramente splendidi, dal verde brillante degli abeti al giallo e rosso infiammato dei faggi e larici.
Proprio in questa stagione però è bene tenere sotto controllo i segnali bianco rossi e il numero 991, posti negli alberi, in quanto la grande quantità di fogliame rende irriconoscibile il sentiero dai numerosi altri che si intrecciano nel bosco e che non sono segnalati dalla cartografia ufficiale. Il sentiero passa nella zona del Col dei S'cios (Conchiglie) e nelle rocce che si calpestano si possono vedere numerosi resti fossili di conchiglie.

Da qui (1360 slm) in poi il paesaggio circostante cambia diverse volte, dal bosco a foglie caduche ai prati con abeti, e sempre costanti, le doline tipiche del fenomeno carsico. Molto spesso l'incrocio con altri sentieri e carrabili di servizio non segnalati nella cartina, può disorientare, ma è bene avere fiducia e rispettare la segnaletica. Il sentiero in questa zona (Col dei S'cios, Cima Paradise 1370) offre una splendida panoramica sulla piana del Cansiglio e delle colline di fronte, con il Visentin di sfondo) .

Dopo circa mezz'ora il sentiero entra per un breve tratto in un bosco di pini e si arriva a Casera Masonil vecchio (1327). Il sentiero lascia la casera sulla destra e dopo dieci minuti si arriva a Casera Ceresera (1347). Sono due fabbricati recentemete restaurati e di proprietà del CAI di Sacile (Pn), in uno dei due locali vi è anche un rifugio invernale molto ben tenuto, con 6/7 posti letto. Sulla collinetta vicina vi sono varie specie di arbusti e alberi con tanto di cartellino che vi indica il nome, sulla sommità un bel crocifisso scolpito nel legno.

Da Casera Ceresera partono diversi sentieri, tra gli altri quelli diretti verso il monte Cavallo. Prendendo quello che porta alla Candaglia (1268), si ritorna in mezzo al bosco di faggi, qui è facile perdere il sentiero, Ma si può ritornare in rotta seguendo il confine di regione, lungo questa linea immaginaria gli alberi mancano per circa due metri lungo tutto il confine, ci si getta giù in picchiata attraverso questo corridoio.

La discesa termina su una strada carreggiabile. Si va a sinistra, di li a poco si arriva ad un bivio e la strada è asfaltata. A destra si arriva alla Casa forestale della Candaglia, dove la strada prosegue fino ad incrociare il sentiero 991 che riporta a destra al Pso Crosetta, a sinistra alla Ceresera. ( Se da Casera Ceresera si è arrivati alla Candaglia senza perdere il sentiero, per prendere la carreggiabile che torna a La Crosetta, si va a destra).

Proseguendo a destra e tenendo la sinistra al successivo incrocio, la carreggiabile, per altro in perfetto stato (migliore delle strade asfaltate delle nostre città), prosegue praticamente in piano fino al Passo Crosetta.