Valle Aurina: Rifugio Giogo Lungo

Partenza e arrivo: Casere/Kasern
Carta dei sentieri:n. 035 della Tabacco
Dislivello: 1010 m.
Punto di appoggio: Rif. Giogo Lungo (Lenkjochlhutte) 2590m.

Arrivati a Casere, l'ultimo paese a nord della Valle Aurina, si può lasciare la macchina nel parcheggio vicino alla fermata delle corriere.

Dall'altra parte della strada, dietro il parcheggio privato dell' albergo, parte il sentiero 11, una piccola stradina asfaltata che conduce ad una malga e che ci permette di passare il torrente Aurino.
Poco prima della malga il sentiero svoltando a sinistra lascia la strada e si addentra nel bosco. In questo primo tratto il sentiero sale rapidamente ed incrocia numerosi altri sentieri che provengono dalla valle o che portano ad ammirare una delle tante cascate che si possono incontrare lungo il cammino. 

 Il sentiero è abbastanza largo in quanto in epoche passate era usato dai minatori per portare a valle il materiale estratto dalle miniere di rame. Il primo segno di questa attività è un capitello dedicato a S. Barbara patrona dei minatori.

Da qui sino all'uscita del bosco si possono trovare diverse entrate della miniera e diversi resti delle costruzioni dei minatori, il tutto ben descritto da tavole bilingue (tedesco-italiano).

La fine della salita, 500 m di dislivello su solo due km in linea d'aria, è segnato da una croce posta su un spuntone di roccia dal quale si può ammirare uno splendido panorama e il sottostante torrente che si getta giù a precipizio nel vuoto.

Da qui il sentiero sale leggermente per portarci nella Valle Rossa. La parete di roccia di destra ci fa apparire pian piano quello che poi sarà una paesaggio da togliere il fiato.

Valle RossaUna lunghissima e piana valle tagliata da un corso d'acqua e sullo sfondo le alte pareti di Giogo Lungo con i ghiacciai . La Valle Rossa è racchiusa tra due pareti solcate in ogni dove da ruscelli e cascatine che vanno ad alimentare il Rio di Valle Rossa che pian piano scava inesorabilmente la sua valle.

Alla fine della valle si inizia a salire sino a portarsi proprio di fronte ai ghiacciai e in vista del rifugio Giogo Lungo.

Si giunge al rifugio raggiunge dopo una lunga serie di saliscendi. Qui si possono vedere rocce di colore argento e oro, il rame in alcune di esse è quasi puro.

Nelle vicinanze del rifugio si può svoltare a destra e in 5 minuti andare a "toccare" il ghiacciaio.
 Dal rifugio Giogo Lungo la discesa può essere effettuata nella Valle del Vento seguendo il sentiero n.12. La Valle del Vento è una lunga valle attraversata dal Windtalbach (Torrente della Valle del Vento) caratterizzata da tratti piani che terminano con ripide discese dove il sentiero prosegue a zig zag mentre il torrente si getta il fragorose cascate.

Alla fine della discesa il sentiero 12 gira a sinistra lungo il torrente Aurino sino alla chiesetta alpina di Santo Spirito. Si prosegue entrando nel bosco sino a ritrovare il sentiero n. 11 e di li a breve il punto di partenza.