Pale di San Martino: Giro del Mulaz

Carta di riferimento: 022 della Tabacco
Partenza e arrivo: Passo Valles 2031m.
Punto più alto: Monte Mulaz 2906 o Passo del Mulaz 2619 se non si raggiunge la cima.
Punto di appoggio: Rif. G. Volpi di Misurata al Mulaz 2571.
Tempo di Percorrenza: 6 ore (7.30 se si sale al Mulaz)
Dal Passo Valles, dove si può lasciare la macchina in un comodo parcheggio, si prende il sentiero n. 751 che sale subito rapidamente sino a 2200 m circa per poi proseguire su un sentiero pianeggiante con leggerissimi saliscendi tra prati e tratti sotto costa che ci consentono di ammirare lo splendido panorama circostante. Con una leggera salita si raggiunge il Passo di Venegiota a 2300 m., Una volta doppiato il Passo dei Fochet di Focobon inizia la ripida salita tra rocce ghiaioni sino ai 2571m del Rif Volpi (anche chiamato impropriamente Rif. Mulaz).
Da qui si possono ammirare quelle che sono le cime più a nord delle Pale si S. Martino: Cima del Focobon e il Campanile di Val Grande. Un occhio attento può vedere affiorare tra i ghiaioni di queste cime quello che resta del Ghiacciaio del Focobon ormai ridotto a poche decine di metri quadrati.

Dietro il rifugio parte il sentiero che sale alla cima del Monte Mulaz. Dal Passo Mulaz partiva anche il sentiero che con la Ferrata della Venegiota portava al passo omonimo permettendo di mantenere una quota relativamente alta per poi discendere al Passo Valles. Purtroppo la ferrata e stata completamente smantellata e il sentiero dismesso a causa di pericolose cadute di massi.

Per discendere, e non fare il percorso dell'andata, si  prende il sentiero 710 il cui tracciato è stato modificato per poter arrivare il più possibile nei pressi del 749 che ci riporta a alla Forcella Venegia e a ritrovare il 751 e scendere al Passo Valles. Tutto questo sali e scendi ci porta dai 2619 del Passo Mulaz ai 1885 nel punto in cui il nuovo 710 incontra la strada carreggiabile e il 749 per poi salire a 2217 della Forcella Venegia.